Identificazione a distanza

Video Identificazione

Per quanto riguarda l'adeguata verifica a distanza gli Intermediari potranno avvalersi di meccanismi di riscontro basati su soluzioni tecnologiche innovative ed affidabili (es. il riconoscimento biometrico). Vengono anche definite (allegato 3) procedure per l'adeguata verifica in digitale da remoto attraverso registrazioni audio/video, le quali riprendono il Regolamento Spid (Regolamento pubblico di Identità digitale) del 2015.
Questa sezione risulta molto importante perchÈ le criticità riferibili all'assenza del Cliente all'atto dell'identificazione vengono, ad oggi, considerate come il primario ostacolo ad un processo di accurata selezione della Clientela.
ALLEGATO 3

Procedura di video-identificazione I destinatari realizzano un sistema che garantisca, preliminarmente all'instaurazione della sessione audio/video, la cifratura del canale di comunicazione mediante l'adozione di meccanismi standard, applicativi e protocolli aggiornati.
Essi, inoltre, garantiscono l'utilizzo di applicativi orientati all'usabilità e all'accessibilità da parte del cliente.
I destinatari assicurano che l'identificazione da remoto effettuata da parte dell'operatore addetto alla video-identificazione (di seguito, "operatore"), rispetti le seguenti condizioni:
a) le immagini video sono a colori e consentono una visualizzazione chiara dell'interlocutore in termini di luminosità, nitidezza, contrasto, fluidità delle immagini;
b) l'audio È chiaramente udibile, privo di distorsioni o disturbi evidenti;
c) la sessione audio/video, che ha a oggetto le immagini video e l'audio del cliente e dell'operatore, È effettuata in ambienti privi di particolari elementi di disturbo.

I destinatari assicurano che l'operatore preposto all'attività si astenga dall'avviare il processo di identificazione o lo sospenda quando la qualità audio/video è scarsa o ritenuta non adeguata a consentire l'identificazione del cliente.
L'operatore che effettua l'identificazione:
i) acquisisce i dati identificativi forniti dal cliente;
ii) richiede l'esibizione di un documento d'identità valido, munito di fotografia recente e riconoscibile e di firma autografa del richiedente, rilasciato da un'amministrazione pubblica;
iii) verifica il codice fiscale tramite la tessera sanitaria in corso di validità.

Del documento viene acquisita copia in formato elettronico. L'operatore che effettua l'identificazione può escludere l'ammissibilità della sessione audio/video per qualunque ragione, inclusa l'eventuale inadeguatezza del documento presentato dal cliente).
La sessione audio/video è interamente registrata e conservata.
I destinatari richiedono il consenso al trattamento dei dati personali contenuti nelle riprese audio-video, specificando tale aspetto nell'informativa da rendere all'interessato ai sensi delle disposizioni in materia di protezione dei dati personali.
La sessione audio/video è condotta seguendo una procedura scritta e formalizzata dai destinatari, al quale prevede almeno le seguenti attività:
a) l'operatore acquisisce il consenso alla videoregistrazione e alla sua conservazione e informa che la videoregistrazione sarà conservata in modalità protetta;
b) l'operatore dichiara le proprie generalità;
c) il cliente conferma i propri dati identificativi;
d) il cliente conferma la data e l'ora della registrazione;
e) il cliente conferma di voler instaurare il rapporto continuativo e conferma i dati identificativi e gli altri dati inseriti nella modulistica on-line in fase di pre-registrazione;
f) il cliente conferma il proprio numero di telefonia mobile e l'indirizzo mail;
g) l'operatore invia un messaggio che il cliente espone al dispositivo di ripresa o il cui contenuto è comunicato all'operatore e una mail all'indirizzo di posta elettronica dichiarato dal cliente, con un link ad una URL appositamente predisposta per la verifica;
h) l'operatore chiede al cliente di inquadrare, fronte e retro, il documento di riconoscimento utilizzato, e si assicura che sia possibile visualizzare chiaramente la fotografia e leggere tutte le informazioni ivi contenute (dati anagrafici, numero del documento, data di rilascio e di scadenza, amministrazione rilasciante).

Del documento viene acquisita copia elettronica;
i) l'operatore chiede di mostrare, fronte e retro, la tessera sanitaria su cui eagrave; riportato il codice fiscale del cliente;
j) l'operatore chiede al cliente di compiere una o più azioni casuali per rafforzare l'autenticità della interlocuzione;
k) l'operatore riassume sinteticamente la volontà espressa dal cliente di voler instaurare il rapporto continuativo e ne raccoglie conferma.

Quando emergano dubbi, incertezze o incongruenze nell'identificazione del cliente, i destinatari effettuano ulteriori riscontri.
A titolo esemplificativo, essi possono consultare il sistema pubblico per la prevenzione del furto di identità previsto dal decreto legislativo 11 aprile 2011, n. 64.
La documentazione da conservare include le informazioni e i documenti che sono stati raccolti nel corso dell'attività di registrazione.
I destinatari conservano, con modalità conformi alle previsioni in materia di conservazione del decreto antiriciclaggio, i dati di registrazione nonchè l'esplicita volontà del cliente di instaurare il rapporto continuativo, memorizzati in file audio-video, immagini e metadati strutturati in formato elettronico.