I Nostri Servizi

Ci occupiamo di tutte le attività necessarie per strutturare in modo adeguato il Mediatore Creditizio o il Broker Assicurativo. Supportiamo gli imprenditori già nelle prime fasi di costituzione della Società e ci adoperiamo per verificare o redigere tutta la modulistica e manualistica d'uso. Successivamente alle autorizzazioni operative, assistiamo in via continuativa i Responsabili Compliance e Antiriciclaggio. Ove necessario, assumiamo gli incarichi esternalizzati.

Accedi all'area dedicata "COMPLIANCE" per approfondire il tema.

Gli obblighi per i mediatori creditizi sono contenuti essenzialmente negli articoli 17 e seguenti del decreto legislativo 231/2007.
Come sappiamo, il mediatore creditizio è un soggetto terzo completamente autonomo ed equidistante sia dal cliente che dal soggetto finanziatore. L’agente in attività finanziaria, in quanto titolare di un mandato, è in un certo senso equiparato al dipendente e perciò sottoposto a controllo e verifica da parte della mandante.

A partire dall'emanazione del Decreto del Ministero delle Economie e delle Finanze del 22 gennaio 2014, n. 31, "le società di mediazione creditizia" sono tenute a dotarsi, in virtù di quando disposto dall'articolo 4, commi 1 e 2, "di un sistema di controllo interno proporzionato alla propria complessità organizzativa, dimensionale ed operativa", che deve assicurare "un'efficace gestione e controllo dei rischi", "la riservatezza e l'integrità delle informazioni e l'affidabilità e sicurezza delle procedure per il loro trattamento", "la verifica della conformità dell'attività svolta con norme di legge, regolamentari e statutarie ad essa applicabili e con le procedure interne".

La ripartenza post Covid-19, definita fase 2, è nei prossimi piani di Governo. Lo spiraglio di una ripartenza post Covid-19 si è palesato alla luce della diminuzione di nuovi casi di contagio da Coronavirus: dopo una fase di plateau, sembra esserci una discesa della curva che tende a flettere verso il basso. L’obiettivo tuttavia è quello di contenere l’indice di contagio R0, pertanto la ripartenza post Covid-19 sarà graduale e ponderata con cura e attenzione secondo nuovi modelli organizzativi.

Per quanto riguarda l’adeguata verifica a distanza gli Intermediari potranno avvalersi di meccanismi di riscontro basati su soluzioni tecnologiche innovative ed affidabili (es. il riconoscimento biometrico).
Vengono anche definite (allegato 3) procedure per l’adeguata verifica in digitale da remoto attraverso registrazioni audio/video, le quali riprendono il Regolamento Spid (Regolamento pubblico di Identità digitale) del 2015.

La conservazione ed archiviazione digitale consiste in un processo finalizzato a rendere non deteriorabile e quindi disponibile nel tempo un documento ed a gestirlo in maniera organizzata. Permette, altresì, il mantenimento del valore giuridico dei documenti stessi e ne garantisce la loro immodificabilità, autenticità, integrità e leggibilità per 10 (dieci) anni come previsto dalla normativa. La diffusione della conservazione sostitutiva nelle aziende può portare grandi benefici in termini di abbattimento di costi e incremento dell'efficienza.

Quali Advisor di parte o nominati da tutte le società interessate, ci occupiamo di tutte le fasi di analisi di fattibilità del progetto, verificando le poste di bilancio che potrebbero compromettere l'integrazione. Analizziamo inoltre le sovrapposizioni dei ruoli del management e del peso finanziario dei compensi. Verifichiamo le posizioni e gli incarichi dei dipendenti di sede o delocalizzati e le eventuali sovrapposizioni, proponendo le migliori soluzioni per la salvaguardia dei posti di lavoro con adeguati equilibri nei centri di costo aziendali.

Accedi all'area dedicata "ADVISOR DUE DILIGENCE" per approfondire il tema.

Ci Siamo quando Serve e Prima che sia Troppo Tardi